Comune di Roma - Alberi su terreni privati, come abbatterli: le nuove regole

REGOLE PER L'ABBATTIMENTO DI ALBERI SU SUOLO PRIVATO

 

In primis bisogna verificare che l'albero vada necessariamente abbattuto, e tale compito spetta alla commpetenza di un Tecnico abilitato, dottore forestale o agronomo, che dovrà analizzare lo stato fitopatologico e di stabilità della pianta tramite un' analisi visiva (VTA – Visual Tree Assessment) e/o strumentale.

 

Una volta verificata la reale necessità di abbattere l'albero, nelle aree site nel territorio del Comune di Roma i casi sono essenzialmente due:

 

A) taglio di un albero su area sottoposta a vincolo paesaggistico (occorre richiedere preventiva autorizzazione paesaggistica );

 

B) taglio su area non sottoposta a vincolo (facoltativa una semplice comunicazione di abbattimento );

 

Ecco cosa si deve fare:

 

Per sapere se un'area è sottoposta a Vincolo Paesaggistico è possibile consultare l'apposita Tavola B presso il sito http://www.regione.lazio.it/PTPR/PTPRB.

Tale verifica può essere fatta personalmente o può essere richiesta ad un professionista.

Altrimenti è possibile richiedere visura dei vincoli a Roma Capitale – Dipartimento Tutela Ambientale e del Verde – Protezione Civile – U.O. Verde Pubblico e Decoro Urbano – Ufficio Protocollo, Piazza di Porta Metronia 2, mediante richiesta in carta semplice, corredata di esatto punto planimetrico e versamento di Euro 150,00 ai sensi Delibera Consiglio Comunale n° 68/2010.


A) Alberature ubicate in aree sottoposte a Vincolo Paesaggistico

 

Per l'abbattimento di un'alberatura ubicata in area sottoposta a Vincolo ai sensi art. 134C – 136 e 142 D.Lgs. 42/04, in osservanza all'art. 146 stesso Decreto, occorre richiedere preventiva autorizzazione paesaggistica. Tale richiesta in base alla L.R. 59/95 va presentata a Roma Capitale – Dipartimento Tutela Ambientale e del Verde – Protezione Civile – U.O. Verde Pubblico e Decoro Urbano – Ufficio Protocollo, Piazza di Porta Metronia 2 00183 Roma, allegando in duplice copia la documentazione richiesta e la ricevuta di versamento di Euro 200,00 ( ai sensi Del. C. C. n° 68/2010).
N.B. A fronte di alberature oggettivamente pericolanti ( Classe D F.R.C. ), il pagamento può essere effettuato anche dopo il rilascio dell'autorizzazione e comunque entro il termine di 30 giorni.

 

La richiesta di autorizzazione all’abbattimento di uno o più alberi, va corredata da adeguata Perizia Tecnica a firma di un tecnico abilitato, ad es. Dott. Forestale o Agronomo iscritto all’Ordine degli Agronomi e Forestali.

 

Scaricare Modulo abbattimento in aree sottoposte a vincolo paesaggistico: http://www.comune.roma.it/PCR/resources/cms/documents/pro_civ_alberi_richiesta_caso_vincolo.pdf

 

B) Alberature ubicate in aree non sottoposte a Vincolo Paesaggistico

 

In attesa dell'adozione del Regolamento del Verde e fermi rimanendo ovviamente diritti di terzi, nonché prescrizioni, tutele e disposizioni di diversa natura e competenza ( in particolare le NTA nuovo PRG DCC n°18\08 – Atti d'Obbligo - prescrizioni originario Permesso di Costruire – nonché R.C. Tutela Animali D.C.C. n° 275/05 ), nel territorio di Roma Capitale le alberature presenti in aree NON sottoposte a Vincolo Paesaggistico ai sensi D.Lgs. 42/04 possono essere abbattute senza la preventiva autorizzazione paesaggistica.

In questo caso è possibile fare una semplice comunicazione di abbattimento (assolutamente non obbligatoria), indirizzandola al: Dipartimento Tutela Ambientale e del Verde - Protezione Civile, P.le di Porta Metronia, 2 - 00183 Roma.

 

Scrivi commento

Commenti: 33
  • #1

    Alessandro Galli (mercoledì, 24 ottobre 2012 11:16)

    Buongiorno, scusi la domanda, per il comune di Roma, in caso di abbattimento in area non sottoposta a vincolo paesaggistico (nel mio caso un Pino malato e troppo vicino all'abitazione), occorre ripiantare un nuovo albero in sostituzione di quello abbattuto?
    Grazie
    Alessandro Galli

  • #2

    Francesca (lunedì, 20 gennaio 2014 13:49)

    Salve,
    se nella tavola B del PTPR l'area privata interessata da alberature (Pini) risulta ricadere nella perimetrazione indicata come "corsi delle acque pubbliche" (tratteggio blu) è da considerarsi sottoposta a vincolo? Di che tipo?
    Grazie

  • #3

    Manuela Stacchiotti (lunedì, 20 gennaio 2014 14:10)

    Buongiorno,
    Si, l'area è da ritenersi sottoposta a vincolo paesaggistico, dunque necessita di autorizzazione da parte dell'ente preposto per poter procedere all'abbattimento delle alberature.

    Cordiali Saluti,

    Manuela Stacchiotti

  • #4

    Manuela Stacchiotti (lunedì, 20 gennaio 2014 14:12)

    Buongiorno sig. Galli,
    In caso di alberature site in aree non vincolate al momento non sussiste l'obbligo di reimpianto.

    Cordiali saluti,

    M. Stacchiotti

  • #5

    jaroslav novak (sabato, 24 maggio 2014 21:48)

    Nel comune di Roma, in caso di abbattimento di un Pinus Pinea all'interno di un condominio in area non sottoposta a vincolo paesaggistico, occorre ripiantare un nuovo albero in sostituzione di quello abbattuto?
    Grazie
    jaroslav novak
    jnk@teletu.it

  • #6

    Arturo (lunedì, 14 luglio 2014 08:43)

    nel condominio romano di via Accademia dei Virtuosi si intende abbattere una magnolia di circa 10 mt posta in una aiuola adiacente al vialetto carrabile condominiale. La pianta è rigogliosa e in ottima salute, la ragione dell'abbattimento è che le sue radici rialzano parzialmente la pavimentazione del vialetto interno. E' lecito procedere con l'abbattimento?

  • #7

    Sonia (mercoledì, 17 settembre 2014 08:29)

    Buongiorno, avrei bisogno di una informazione che non so dove trovare.
    Ho avuto l'autorizzazione dal Dipartimento Ambientale per l'abbattimento di un pinus pinea nella mia proprietà, dopo aver fatto richiesta con foto, relazioni, pagamento di 200 euro etc. Ora vorrei sapere, prima di procedere all'abbattimento, mi hanno detto che devo fare una comunicazione con la data di inizio lavori pagando ulteriori 250 euro. E' così?

  • #8

    Manuela Stacchiotti (giovedì, 18 settembre 2014 09:22)

    Buongiorno Sonia,
    la comunicazione di inizio lavori va inviata all'ente preposto, ma senza pagare nulla di più. Inoltre, una volta avvenuto il reimpianto sostitutivo, dovrà provvedere anche a comunicare l'avvenuta compensazione ambientale corredata da documentazione fotografica.
    I € 200,00 di versamento al Comune vanno pagati solo all'apertura dell'istruttoria.
    Spero di esserle stata di aiuto.
    Saluti,
    Manuela

  • #9

    Manuela Stacchiotti (giovedì, 18 settembre 2014 09:36)

    Arturo
    (lunedì, 14 luglio 2014 08:43)
    nel condominio romano di via Accademia dei Virtuosi si intende abbattere una magnolia di circa 10 mt posta in una aiuola adiacente al vialetto carrabile condominiale. La pianta è rigogliosa e in ottima salute, la ragione dell'abbattimento è che le sue radici rialzano parzialmente la pavimentazione del vialetto interno. E' lecito procedere con l'abbattimento?

    Buongiorno Arturo,
    la questione della magnolia andrebbe analizzata nel complesso. Da quanto mi scrive deduco che la pianta sia in buona salute, quindi probabilmente, piuttosto che abbatterla,sarebbe più giusto procedere ad un intervento sulla pavimentazione per evitare che questa si rovini e che arrechi danni all'apparato radicale dell'albero, e provvedere alla messa in sicurezza della pianta stessa.
    Per quanto riguarda un eventuale step successivo, ossia l'abbattimento, la prima cosa da fare è verificare che l'albero vegeti in area sottoposta o meno a vincoli paesaggistici.
    Inoltre in ambito condominiale vigono spesso regolamenti interni specifici, quindi bisognerebbe analizzare la situazione nel suo insieme.
    La prego di contattarmi per qualsiasi approfondimento e/o ulteriore chiarimento.

    Saluti,
    Manuela Stacchiotti

  • #10

    Orlando (mercoledì, 08 ottobre 2014 10:11)

    Buongiorno Manuela.
    Il mio condominio deve deliberare sull'abbattimento di 2 pini dichiarati pericolanti (classe D) da un tecnico di parte. 2 domande:
    1) la delibera deve essere presa all' unanimità dei partecipanti?
    2) il condominio ricade in un consorzio in cui in tutti i vari condomìni sono presenti altri pini, quindi l'abbattimento in questione avrebbe un impatto estetico. Pur non ricadendo in area soggetta a vincolo paesaggistico, potrebbero essere azionati diritti di terzi o essere in qualche modo imposto il reimpianto di nuovi pini in sostituzione?
    Grazie

  • #11

    Maurizio (sabato, 22 novembre 2014 16:51)

    Buongiorno,
    Abito a Roma in Via Alessandro Torlonia 00161. Ho consultato la Tavola B PTPR e la mia area risulta di tipo "Paesaggio degli insediamenti urbani" (colore grigio, ultima posizione della Legenda).
    Significa quindi che non ci sono vincoli paesaggistici? Pertanto, posso procedere all'abbattimento di un grosso pino inclinato verso la strada?
    Grazie.

  • #12

    roberto (giovedì, 12 marzo 2015 17:21)

    Salve
    Volevo sapere se nel caso di abbattimento (per motivi di urgenza) e successivo e rapido reimpianto (nello stesso giorno) va richiesta l'autorizzazione paesaggistica.
    Grazie

  • #13

    Giuseppe (martedì, 01 dicembre 2015 00:11)

    Salve, consultando la Tavola B della mappa delle zone vincolo paesaggistico la strada in cui abito, viale libia, Roma, è in una zona di colore grigio (zona urbanizzata).
    Questo significa che NON mi trovo in zona a vincolo paesaggistico?
    grazie

  • #14

    ALBERTO (lunedì, 07 dicembre 2015 14:50)

    Buonasera, ho una proprietà confinante che ha un Pinus Pinea alto 25m sopra la mia proprietà. Premesso che la zona è soggetta a vincolo paesaggistico, in continuazione cadono delle pigne sopra il viale di accesso a casa mia con rischio di ferire me o qualsiasi persona della mia famiglia (ho un bimbo di 10 mesi). C'è una normativa specifica per obbligare al vicino alla raccolta delle pigne? Grazie.

  • #15

    Cesare (mercoledì, 06 luglio 2016 12:15)

    Ho fatto domanda a mezzo agronomo al dip ambiente Roma, pagato 200 euro area vincolata. Nessuna risposta dopo 4 mesi. Esiste il silenzio assenzi? Grazie

  • #16

    O. Canali (giovedì, 24 novembre 2016 11:30)

    Nel nostro giardino condominiale c'è un pino (di circa 10 metri di altezza)che, a detta del giardiniere, gode di buona salute, ma che alcuni condomini vogliono fare abbattere per timore che in futuro possa cadere. Chiedo cortesemente quali sono le procedure da seguire, se la nostra zona non è sottoposta a vincolo paesaggistico in ogni caso è necessaria la perizia di un agronomo per evitare o procedere all'abbattimento di un albero non malato? E' necessaria una decisione di assemblea condominiale all'unanimità? Grazie

  • #17

    giuseppe (sabato, 07 gennaio 2017 12:09)

    A seguito di una frana della scarpata condominiale é divenuto pericolante il muro di confine con la scarpata che necessita pertanto di rimozione. Attaccato al muro vi è un pino di alto fusto che, nel corso deli lavori di messa in sicurezza e una volta rimosso il muro, potrebbe cadere. C'È bisogno di una comunicazione preventiva all'ufficio Giardini del comune di Roma? Atteso che l'intenzione non è quella di abbattere il pino, ma di rimuovere lo stato di pericolo costituito dal muro in calcestruzzo divenuto pericolante a seguito della frana verificatasi sulla scarpata. Grazie per una risposta

  • #18

    Giulia (venerdì, 20 gennaio 2017 16:32)

    Buongiorno,
    le scrivo perchè i vicini del piano terra hanno fatto abbattere due pini secolari meravigliosi e una magnolia bellissima e rigogliosissima, sono molto dispiaciuta e volevo capire quante possibilità ci fossero che le cose non siano state fatte nel modo più consono, ovviamente noi condomini non siamo neanche stati avvertiti.
    grazie, spero in una risposta

  • #19

    Maria (martedì, 07 febbraio 2017 08:31)

    Buongiorno,
    Ho letto su internet che in base alla sentenza n. 478 del 6 Febbraio 2008 della Corte di Appello di Roma l’abbattimento di alberi condominiali, comportando la distruzione di un bene comune, deve considerarsi un’innovazione vietata ai sensi dell’art. 1120, secondo comma, c.c. e che, in quanto tale, richiede l’unanimità del condominio.
    Ora, l'amministratore ha avviato le pratiche ed ottenuto il permesso per l'abbattimento senza avere fatto alcuna assemblea e lasciando quindi tutti i condomini (ad eccezione dei consiglieri) all'oscuro di tutti.

    E' possibile far qualcosa od essendoci ormai il via libera di Roma Capitale, è ormai troppo tardi?

    Grazie in anticipo del supporto,

    Cordialmente,
    Maria Grazia

  • #20

    Marco (lunedì, 06 marzo 2017 14:44)

    Scusate ma dal sito della Regione lazio Tav. B non riesco ad accedere alle informazioni che mi interessano per capire se la mia zona è coperta da vincolo paesaggistico ... potreste cortesemente indicarmi i passaggi da fare? Grazie.
    Marco

  • #21

    barbara (giovedì, 01 giugno 2017 09:33)

    buongiorno, vorrei cortesemente sapere se il vincolo archeologico prevede la stessa normativa del vincolo paesaggistico in materia di abbattimento di alberi condominiali; se quindi dobbiamo chiedere i permessi al comune e rimpiazzare gli alberi abbattuti.
    la ringrazio

  • #22

    Manuela Stacchiotti (giovedì, 01 giugno 2017 10:32)

    Buongiorno Barbara,
    si, il vincolo archeologico implica una richiesta di autorizzazione per l'abbattimento delle alberature, e l'obbligo di compensazione ambientale, dunque di rimpiazzo delle alberature eliminate.

    Saluti,
    Manuela

  • #23

    Ivano (domenica, 09 luglio 2017 14:46)

    Buongiorno, vorrei cortesemente chiederle se sulla Tavola b la voce "Paesaggio degli insediamenti urbani" è considerato vincolo paesaggistico oppure no.
    La ringrazio

    Ivano

  • #24

    Gianandrea (domenica, 17 settembre 2017 12:07)

    Buongiorno, nel mio giardino privato zona Nuovo Salario a Roma ho 3 pini di circa 10 metri, godono tutti di ottima salute ma 1 di questi si sta pericolosamente inclinando creando danni e una mia seria preoccupazione che possa cadere. Posso ugualmente abbatterlo?
    La ringrazio vivamente
    Gianandrea

  • #25

    Manuela (domenica, 17 settembre 2017 12:28)

    Buongiorno Ivano,
    sulla Tavola b la voce "Paesaggio degli insediamenti urbani" non è considerato vincolo paesaggistico.

    Saluti,
    Manuela

  • #26

    Manuela Stacchiotti (domenica, 17 settembre 2017 12:35)

    Buongiorno Gianandrea,
    prima di procedere all'abbattimento del pino con problemi di stabilità deve verificare se l'area interessata sia o meno sottoposta a vincoli paesaggistici.
    Qualora non ci siano vincoli può procedere all'abbattimento, previa comunicazione facoltativa al servizio giardini del Comune di Roma.
    Se l'area ricade in zona vincolata, invece, deve seguire la prassi di richiesta di autorizzazione all'abbattimento presso l'ente preposto, previa relazione tecnico/paesaggistica da parte di un tecnico abilitato (dottore agronomo/forestale) che ne certifichi lo stato di salute e di stabilità precario. Dovrà inoltre pagare un bollettino di € 200 al comune stesso.
    Qualora abbia bisogno di ulteriori informazioni relativamente alla verifica dei vincoli e/o alla perizia di abbattimento mi contatti pure in privato e sarò lieta di aiutarla.

    Saluti,
    Manuela

  • #27

    BARBARA MANGANI (mercoledì, 18 ottobre 2017 10:39)

    Buongiorno,
    due anni fa ho acquistato una casa con giardino pensile in Via Courmayeur n. 93.
    Nel giardino vi era un pino notevolmente inclinato che in questo lasso di tempo si è abbassato ulteriormente e temo possa cadere.
    L'area in cui si trova è sottoposta a vincolo paesaggistico ? Ho provato a consultare la tavola B ma non riesco ad individuare la strada ..........In casi di evidente urgenza, quale è la procedura da seguire ? Quanto può costare complessivamente la rimozione ?
    Ringraziandola anticipatamente, porgo cordiali saluti.

  • #28

    Giulia Salvini (mercoledì, 25 ottobre 2017 17:48)

    Buonasers, ho consultato la tabella b e la via di interesse è colorata di grigio. Dalla legenda risulta "zona urbanistica". Vorrei sapere se questo significa che è soggetta a vincolo oppure no. Vorrei, infatti, rimuovere dei pini mel giardino privato dell'abitazione.
    Grazie mille.

  • #29

    anna schirato (venerdì, 12 gennaio 2018 21:03)

    Buona sera,
    Con amarezza estrema al mio rientro a casa questa sera / Via Montaione a Roma/ ho constatato che è stato No Potato, come scritto sui cartelli di avviso ma AMMAZZATO un leccio con un tronco di più di 50 cm di diametro che stava benissimo ed era alto più di 15 metri. L' albero si trovava, ormai, all' interno della scuola Archimede liceo scientifico. Vorrei sapere dall' ufficio giardini del.Comune di Roma se è stata autorizzato il taglio di un albero di tale imponenza e splendore e per quali motivi. Non ci si può piu' accontentare del " potrebbe essere pericoloso" , quando un tale albero da più ossigeno e splendore visivo del suo non esserci o presunta pericolosità. Un abbattimento di un albero cosi pretende una analisi di un agronomo o forestale anche se non in area tutelata. Moriremo sepolti dallo smog e dal cemento se continuiamo ad agire senza cognizione di causa. Vi chiedo cortesemente un riscontro o controllo su quanto riportato. Un saluto e grazie Anna Schirato a.schirato@vaan.it

  • #30

    Silvio (venerdì, 26 gennaio 2018 19:11)

    Salve a tutti qualcuno mi può dire se poso abatere un pino che è molto pericoloso quoando ce vento se la via Sisto IV roma cap 00167 Roma e vincolato grazie a tutti mi potete anche chiamare non sono esperto con internet 3201105917 silvio

  • #31

    Maria luisa (sabato, 27 gennaio 2018 20:38)

    La prego di contattarmi privatamente al seguente numero 3486503929
    Trattasi di un problema urgente. Ringraziandola

  • #32

    David Franco (mercoledì, 07 febbraio 2018 16:18)

    Per consentire l effettuazione di rifacimento di un muro in un supercondominio sono stati fatti abbattere quattro pini in ottima salute tre dei quali in giardini privati.
    Quali documenti deve aver presentato il tecnico del supercondominio per procedere.
    Grazie 345.3559230

  • #33

    Pietro (venerdì, 21 giugno 2019 16:07)

    Nel mio giardino privato a confine con strada pubblica, ho due Pini Mediterranei diametro circa 80 cm, malati ormai rinsecchiti che rappresentano pericolo per l'incolumità dei passanti. Dall'esame della planimetria del PTPR/PTPRB il sito risulta in area con tratteggio righe rosse oblique parallele " let, C) e D) Beni d'insieme: vaste località con valore estetico Tradizionale, bellezze Panoramiche" . Domanda , le piante sono soggette al Vincolo Paesagistico ?? In tal caso quale è la prassi per l'abbattimento a vista del DPR 31/2019 ?

    Grazie per l'attenzione e per la risposta .

Dott. For. Manuela stacchiotti

Via di Boccea 651

00166 Roma (RM)

 

Email: infoalbero@libero.it

 

 

 

 

SOCIO SIA 2013

 

http://www.isaitalia.org/

In classifica
Visualizza il profilo di Manuela Stacchiotti su LinkedIn